in

MELONI PRONTA PER PALAZZO CHIGI

di vincenzo caccioppoli

Se c era ancora qualche piccolo dubbio su quali siano le intenzioni future di Giorgia Meloni, che guida il primo partito italiano, almeno a stando a tutti i principali sondaggi, beh durante la tre gonri appena conclusa a Milano, lei ha gettato definitivamente il  cuore oltre l ‘ostacolo, liberando il campo da ogni dubbio od incertezza . Per la prossima ascesa a Palazzo Chigi tutti ma proroio tutti dovranno fare i conti con lei, che appare ormai come la più probabile candidata ad assumere l’incarico. ” adesso tocca noi.” ha ribadito con forza e convinzione Venerdi all apertura della conferma programmatica al Mico di Milano che ha visto par evipazione di oltre 4000 delegati da tutta Italia. Ha parlato ancora una volta delle diversità del suo partito e dela destra di fronte alla sinistra che continua a ritenersi migliore ma che in realtà questa superiorità non l ha mai conquistata sul campo. “mentre noi conservatori abbiamo dovuto suoerrae senpre il pregiudizio. di non essere all altezza, di dover snepre giustificare persino il coloro della maglietta quando invece c è chi nasconde 25000 euro nella cuccia del cane e nessuno dice nulla.”ma è proprio per questo dice la Meloni che la destra è più temorata perché ha dovuto lottare di più per dimostrare il proprio valore contro i pregiudizi e le maldicenze, ed è pronta a governare, perché chi va al govenro questa volta lo decideranno gli italiani e non” gli inciuci di palazzo “. Ed è per uqeto che con grande maestria ed astuzia evita qualsiasi polemica con gli alleati “anche se sono tre giorni che i giornalisti non aspettano altro” ironizza la leader di Fdi dal palco.  Perché come sempre lei ribadisce la coerenza e quindi non teme di rimanere isolata. Perché “In Italia decidono gli italiani con i voti e noi lavoriamo per essere il primo partito italiano e poi vediamo chi riucusta ad isolare milioni di italiani. ‘ come allo stesso tempo rimanda al mittente le accuse che la vorrebbero isolate a livello internazionale, ribadendo cle. Il suo partito annoveri tra le sue file il presidente del Ecr lei stessa, il co-presidente l eurodeputato Raffaele Fitto e ora da qualche giorno anche il presidente del comitato delle regioni sempre dei conservatori europei, Marco Marsilio presidente dell Abruzzo.  E a dimostrazione di questo c è il fatto che due premier europei hanno voluto mandare un messaggio al partito durante la conferenza, quello della repubblica Ceca Fiala è quello polacco,  Mateusz Morawiecki. Mentre sul fronte interno la Meloni pimpante come smrpre, agli alleati manda solo a dire forte e chiaro che per costruire  una sana e duratura alleanza per governare, occorrono tre cose : regole, chiarezza ed orgoglio.  Le regole che devono essere stabilite e rispettate e non usate solo ad esclusivo  proprio comodo, come sta avvenendo nel caso delle elezioni in Sicilia, dove un” presidente di centrodestra che ha governato bene come Nello Musumeci, che per un semplice dispetto non ha appoggio di altri partiti “. La chiarezza di dire da che parte stare senza indugio è poi la quella che lei considera la chiave di volta : l’ orgoglio di rappresentare decine di milioni di italiani che sono fieri di non essere come li vuole il pensiero dominante di sinistra. La Meloni è pronta per fare la storia, che come dice lei non è per vichiacchi, ora si tratta solo di vedere chi la vorrà accompagnare in questo cammino.

L’articolo MELONI PRONTA PER PALAZZO CHIGI proviene da Bitecoin.

What do you think?

Dear Airbnb: Congratulations and Some Lessons Learned

Improving Transaction Privacy on the Bitcoin Blockchain