in

L’aumento dei Tassi della Fed Colpisce le Crypto

Il tanto atteso aumento dei tassi della Fed è stato confermato e, come previsto, mercoledì ha inferto un duro colpo al mercato delle criptovalute in generale.

La Federal Reserve statunitense ha aumentato il tasso di interesse ufficiale di tre quarti di punto percentuale, estendendolo a un intervallo compreso tra il 3 e il 3,25%.

Si tratta di un aumento notevole rispetto a marzo, quando il tasso sui fondi federali era vicino allo zero: mai si erano verificati aumenti simili dagli anni ’80.

Il valore di Bitcoin (BTC) ha oscillato nelle ore successive alla notizia, prima di cadere in tandem con le azioni statunitensi nel pomeriggio.

Bitcoin accusa il colpo e scende sotto $ 19.000

Bitcoin al momento viene scambiato a $ 18.730, in calo dell’1,5% nelle 24 ore, come mostrano i dati di Coingecko. Fino alla scorsa settimana veniva scambiata sopra i $ 22.000.

Il declino di Ethereum non è stato così grave, ma comunque inferiore di oltre $ 50. Dopo la dichiarazione dell’aumento dei tassi della Fed, i prezzi sono diminuiti di oltre il 4% in entrambi i casi.

Di recente, il prezzo di Ether è stato di circa $ 1.250, con un calo del 5,5% rispetto al giorno precedente. Il prezzo della seconda criptovaluta per capitalizzazione di mercato è in calo dal Merge della scorsa settimana.

Il mercato delle criptovalute odia l’aumento dei tassi della Fed

I membri del Federal Open Market Committee (FOMC) hanno aumentato i tassi di interesse di 75 punti base per tre volte di seguito, a testimonianza di quanto stia colpendo duro l’inflazione in America. Chiaramente, al mercato delle criptovalute non piace.

Poiché l’inflazione sta facendo aumentare i tassi di interesse da parte della Fed, i dati economici relativi all’inflazione sono stati molto significativi per il mercato delle criptovalute.

Di conseguenza, le criptovalute hanno recentemente risposto male al rapporto Fed sull’aumento dei tassi. Ad esempio, dopo che il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti ha riportato i dati sull’inflazione di agosto, i prezzi di Bitcoin sono scesi del 5% e i prezzi di Ethereum sono crollati del 7% nelle successive 24 ore.

“Dobbiamo lasciarci alle spalle l’inflazione”, ha detto Powell al New York Times durante la sua conferenza stampa. “Vorrei che ci fosse un modo indolore per farlo, ma non c’è.”

Le parole di Powell mettono in luce una situazione difficile per la banca centrale. Il tasso di inflazione è rimasto costantemente alto e si sta rivelando difficile tenerlo a freno.

Tuttavia, è difficile dire fino a che punto le criptovalute possano scendere ancora quest’anno. Anche se non ci fossero altre brutte notizie sull’aumento dell’inflazione e dei tassi di interesse, alcuni esperti ritengono che Bitcoin possa addirittura arrivare in area 10.000 dollari quest’anno.

“Non prevedo che le criptovalute, in particolare BTC ed ETH, possano evitare l’influenza della Fed in tempi brevi”, ha affermato Riyad Carey, analista di ricerca presso la società di dati crypto Kaiko, aggiungendo che questo è un altro promemoria che “la cripto si muove secondo i capricci di la Fed”.

Nel frattempo, Michael Saylor, presidente e co-fondatore di MicroStrategy, ha dichiarato che Bitcoin potrebbe tornare al suo massimo di novembre di $ 68.990 “nei prossimi quattro anni” e raggiungere $ 500.000 nel decennio successivo se la sua capitalizzazione di mercato arrivasse a quella dell’oro.

Scopri uno dei robot di trading più gettonati quest’anno e comincia gratis!

Articoli rilevanti

Nft, Giullini Non Mantiene la Promessa di Rimborsare
Cryptohopper recensioni. Funziona?
Giullini della New Financial Technology Promette Rimborsi
Puglia, Nasce The TOMS per la Promozione Turistica tramite NFT

The post L’aumento dei Tassi della Fed Colpisce le Crypto appeared first on Cryptorobin.it.

What do you think?

Written by cryptoaugusto

Influencer romano distrugge la supercar in diretta: “Doveva andare così…” | Il VIDEO è incredibile

Se il partito di Giorgia Meloni ci prende per fessi