in

I russi utilizzano le criptovalute come ancora di salvezza

di News Oggi

Il CEO di Coinbase Brian Armstrong ha condiviso la sua opinione sull’utilizzo delle criptovalute e sulla politica del suo scambio in una serie di tweet venerdì mentre la Russia continua a fare guerra all’Ucraina.

In primo luogo, ha sottolineato che Coinbase “non vieta preventivamente a tutti i russi” di utilizzare la sua piattaforma.

La discussione sul divieto di tutti i russi è iniziata quando il vice primo ministro ucraino ha chiesto a tutti i principali scambi di criptovalute di bloccare gli indirizzi di tutti gli utenti russi.

Ha twittato il 27 febbraio:

È fondamentale bloccare non solo gli indirizzi collegati a politici russi e bielorussi, ma anche per sabotare gli utenti ordinari.

Tuttavia, diversi importanti scambi di criptovalute hanno rapidamente negato la richiesta, inclusi Coinbase, Binance e Kraken.

Coinbase crede che tutti meritino l’accesso ai servizi finanziari di base a meno che la legge non dica diversamente

, ha dichiarato venerdì Armstrong.

Alcuni russi ordinari stanno usando le criptovalute come un’ancora di salvezza ora che la loro valuta è crollata. Molti di loro probabilmente si oppongono a ciò che sta facendo il loro paese e un divieto danneggerebbe anche loro.

Il rublo è crollato di oltre il 30% questa settimana dopo che un certo numero di paesi ha accettato di imporre severe sanzioni alle entità russe. Giovedì, Moody’s Investors Service ha abbassato il rating del debito a lungo termine del governo russo da investment grade (Baa3) a spazzatura (B3), una caduta libera di sei notch.

Mentre il mercato azionario russo è rimasto chiuso, le azioni delle società russe quotate alla Borsa di Londra sono crollate. La borsa di Londra ha sospeso le negoziazioni di 27 società collegate alla Russia, inclusa la più grande banca russa, Sberbank, le cui azioni sono scese del 99,72% dall’inizio dell’anno.

Coinbase su Crypto Usa per evitare le sanzioni

Per quanto riguarda le sanzioni, il CEO di Coinbase ha sottolineato che ogni azienda statunitense deve seguire le leggi sulle sanzioni.

Se il governo degli Stati Uniti decide di imporre un divieto, ovviamente seguiremo quelle leggi

, ha affermato.

Questo è il motivo per cui esaminiamo le persone che si iscrivono ai nostri servizi rispetto alle watchlist globali e blocchiamo le transazioni da indirizzi IP che potrebbero appartenere a persone o entità sanzionate, proprio come qualsiasi altra attività di servizi finanziari regolamentata.

Tuttavia, il dirigente ha aggiunto:

Non pensiamo che ci sia un rischio elevato che gli oligarchi russi utilizzino le criptovalute per evitare sanzioni. Poiché si tratta di un libro mastro aperto, cercare di intrufolare un sacco di soldi attraverso le criptovalute sarebbe più tracciabile rispetto all’utilizzo di contanti, arte, oro o altri beni in dollari statunitensi.

Armstrong ha proseguito affermando di non essere il solo a credere che la criptovaluta sia un modo inefficace per evitare sanzioni per la Russia.

Ha citato Carol House, la direttrice della sicurezza informatica per il Consiglio di sicurezza nazionale, che ha rilasciato una dichiarazione simile mercoledì:

La scala di cui lo stato russo avrebbe bisogno per aggirare con successo tutte le sanzioni finanziarie degli Stati Uniti e dei partner renderebbe quasi certamente la criptovaluta uno strumento primario inefficace per lo stato.

L’articolo I russi utilizzano le criptovalute come ancora di salvezza proviene da Bitecoin.it.

What do you think?

Written by News Oggi

Cos’è Solana Monkey Business NFT (SMB)

Come vivere solo di criptovalute | Ecco il tuo portafoglio