in

Ex Pip: sussidio bloccato, Calabrò: “Rischio tensioni sociali”

“Quando si parla di Ex Pip non possiamo che parlare di paradossi. Questa volta i lavoratori rischiano di non percepire il sussidio del mese di aprile non perché manchino le risorse ma, piuttosto, perché al Dipartimento Lavoro manca il personale per svolgere gli adempimenti burocratici per l’erogazione del sussidio”. Lo dice Mimma Calabrò, segretario generale Fist Cisl Sicilia.

“Oltre alla mancata corresponsione del sussidio, – aggiunge – si aggiunge anche quella relativa al cosiddetto Bonus Renzi che, questo mese, i lavoratori Ex Pip avrebbero dovuto percepire non soltanto per il mese corrente ma anche per i mesi mai corrisposti di gennaio, febbraio e marzo 2022”

” Tutta questa situazione rischia chiaramente di innescare forti tensioni sociali – continua – Abbiamo apprezzato l’incontro convocato ieri dal capo di Gabinetto dell’Assessorato al Lavoro che ha ridato impulso al tavolo tecnico siciliano. Durante tale incontro avevamo ricevuto anche rassicurazioni sullo stato dell’ennesima relazione integrativa che il Dipartimento Lavoro deve redigere e fornire al tavolo tecnico romano ma, a quanto pare, queste rassicurazioni sono naufragate perchè sembrerebbe che nessuno voglia definire tale relazione fornendo una serie alibi che ingenerano rimpalli di responsabilità”.

“Per tutte queste ragioni, – conclude – abbiamo proclamato, unitamente alle altre sigle sindacali, tre giornate di sit-in che si svolgeranno dal 27 aprile”.

Articolo Ex Pip: sussidio bloccato, Calabrò: “Rischio tensioni sociali” su Live Sicilia.

What do you think?

Written by redazione

Cascio, Schifani: “Bene l’assoluzione”

Palermo, Samonà all’incontro di ‘Prima l’Italia’: “Unità per vincere” VIDEO