in

Docente appassionata: il dolore per Margherita Giordano

Un tragico incidente al maledetti incrocio tra piazza Mazzini e corso Libertà ha spento il sorriso dei 34 anni di Margherita Giordano, insegnante alla scuola primaria San Filippo Neri con origini campane a Pollena Trocchia sulle pendici del Vesuvio. Piena di un entusiasmo trascinante era arrivata in Alto Adige assieme al compagno (medico all’ospedale San Maurizio di Bolzano nel reparto di anatomia patologica e subito accorso sul luogo dell’incidente). Aveva lavorato nell’Istituto Pluricomprensivo di Brunico dal 2016 al 2020 prima di trasferirsi a Bolzano. Matematica e scienze erano le sue discipline in Pusteria ed era capace di appassionare e coinvolgere gli studenti (e, specie nella prima materia, sappiamo quanto questo sia complicato). Nel capoluogo era entrata di ruolo abbracciando la cattedra di sostegno a dimostrazione di una vocazione profonda. 

Nel tempo libero si dedicava agli altri come volontaria della croce rossa (presente ieri al tragico investimento) e aveva recitato per una stagione nella Nuova Compagnia teatrale di Brunico. Lascia un vuoto enorme tra gli studenti e i colleghi oltre alle tantissime persone che l’amavano. (a.c.)

Foto Luca Crisafulli

L’articolo Docente appassionata: il dolore per Margherita Giordano proviene da BZ News 24.

What do you think?

Written by Alan Conti

Incontro dopo il Mondiale, così la Juventus rischia di perderlo

Maxi sequestro da 25 milioni per i “signori del gasolio” NOMI