in

AREZZO – Per la prima volta un convegno nazionale sui collegamenti tra urologia e autismo

Si terrà ad Arezzo, presso l’auditorium Casa dell’Energia, il primo evento scientifico realizzato in Italia interamente dedicato a trattare le varie problematiche urologiche collegate al tema dell’autismo.

Presidenti del Convegno sono i dottori Marilena Gubbiotti (Urologia – Ospedale San Donato di Arezzo) ed Emanuele Rubilotta (Urologia – AOUI di Verona) che con L’Associazione Autismo Arezzo ed il suo Comitato Scientifico (Moreno Marchiafava – Neuropsichiatria di Roma, Chiara Benedetti  Neurologia di Lucca, Andrea Laurenzi, Raffaella, Carmine Tabarro – Associazione Autismo Arezzo) hanno organizzato questo evento nazionale con il patrocinio della ASL Toscana  sud est, del Comune di Arezzo, di Unicef, della Società Italiana di Urodinamica e dell’Istituto Serafico di Assisi.

Per la prima volta in Italia in questo convegno nazionale, grazie ad un panel di esperti urologi e ad un gruppo di qualificati specialisti di tutti gli ambiti medici, si appronteranno in modo multidisciplinare le principali problematiche urologiche per chiarire come sia possibile diagnosticarle ed affrontarle, e come l’interazione tra i vari specialisti sia utile per ottenere migliori risultati per la vita delle persone autistiche.

Il convegno si concentrerà sulle condizioni disfunzionali urologiche che molto spesso sono trascurate o ignorate, ma che possono impattare negativamente sulla qualità di vita di tutto il nucleo familiare e portare, talvolta, a patologie maggiori. Come il mondo dei soggetti con spettro autistico è estremamente variegato per grado di complessità di compromissione cognitiva e di necessità di assistenza, così lo sono pure i loro disturbi urinari. Fino ad ora i sintomi e le disfunzioni urinarie sono state poco indagate in questi soggetti, anche se purtroppo rappresentano spesso un problema emergente.  Infatti, si stima che circa il 40 % di consulti urologici nelle persone autistiche siano legati a problematiche urinarie.

Obiettivo dell’evento è quindi offrire un’opportunità di aggiornamento scientifico con riflessi concreti nell’attività clinica quotidiana rivolto a medici specialisti in Urologia, Neurologia, Neuropsichiatria, Psichiatria, Fisiatria e Riabilitazione, Medicina Generale, ma anche infermieri, riabilitatori e personale specializzato che opera in questo settore.

What do you think?

Written by Redazione

Mascherine al chiuso, Sileri: proroga ma solo in alcuni luoghi, ecco quali

Marsala, talea dell’Albero Falcone nell’atrio del tribunale